vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Pessinetto appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Storia

Il nome di Pessinetto sembra derivare da "luogo di abbondante pesca", come il gonfalone comunale attesta (due pesci contrapposti).

Il Comune di Pessinetto ha la sua origine nel 1289, quando il Marchese del Monferrato, Guglielmo VII, concede ad una società di fucinatori di metalli un sito per costruirvi un forno e delle fucine.
Con il passare dei secoli è continuata questa vocazione artigianale e poi anche industriale (cotonificio Valle di Lanzo), quindi le comunicazioni hanno sempre avuto molta importanza: la strada carreggiabile prima, la ferrovia poi ed infine le strade di comunicazione con le varie frazioni.
Quindi nella storia del paese molte date importanti si riferiscono alla costruzione di strade (1814: il teologo Guala amministra il santuario di Sant'Ignazio ed inizia la costruzione della strada carrozzabile Lanzo - Sant' Ignazio; 1857: viene aperto al transito il tratto carreggiabile Germagnano- Pessinetto; 1958: la Provincia si prende in carico la manutenzione della strada Pessinetto Fuori - Mombresto - Gisola - Tortore - Lanzo; 1962: primo abbattimento di una casa per allargamento della strada provinciale in frazione Villa di Pessinetto; 1983: la regione approva il progetto, redatto dalla provincia di Torino, della circonvallazione di Pessinetto, che però poi non verrà mai realizzato; 1993: vengono terminati i lavori di abbattimento delle case nel concentrico di Pessinetto; 2001: si parla di una galleria aperta per la tutela della viabilità in regione Ca' di Spagna.
Si ricordano momenti importanti della ferrovia: 1876: inaugurazione ferrovia di Ciriè - Lanzo; 1916 (17 giugno): inaugurazione ferrovia Lanzo - Ceres, la prima ferrovia italiana ad alta tensione in corrente continua; 2008 (16 novembre): viene inaugurato il ripristino della ferrovia da Germagnano a Ceres, rimasta ferma a causa dell'alluvione del settembre 1993.
Anche la chiesa per parecchi anni non è autonoma, ma dipende dal parroco di Mezzenile (1683: viene dipinta l'icona di San Giovanni Battista, che si conserva nella chiesa parrocchiale; 1710 (24 luglio): la comunità di Pessinetto ottiene la facoltà di celebrare le funzioni nella propria chiesa parrocchiale, pagando una tassa al parroco di Mezzenile; 1723: costruzione del campanile della chiesa; 1769: la chiesa di Pessinetto diventa parrocchia autonoma da Mezzenile.

Il Paese è situato ai piedi del monte Oreasco e sulla sponda sinistra dello Stura, quindi il rapporto con il fiume è stato, nel corso dei secoli, spesso conflittuale: 1469: il duca Amedeo IX condona le tasse ai Pessinettesi causa danni prodotti da un'inondazione; 1665 (17 settembre): parte dell'abitato di Pessinetto, compresa la chiesa, viene asportato dalla Stura in una piena straordinaria; 1993 (settembre):a causa delle piogge una frana abbatte una casa e provoca ingenti danni.

Si è sempre tenuto in conto la formazione culturale degli abitanti: 1910: costruzione dell'edificio scolastico; 1911: apertura asilo infantile e apertura alle conquiste tecniche, perché alle popolazioni delle Valli non manchino le opportunità che i cittadini più facilmente hanno: dal telegrafo al telefono alla Adsl per Internet.
Molti servizi hanno preso avvio nei tempi di massima crescita della popolazione e delle attività commerciali: l'ambulatorio medico, la farmacia, la banca, il mercato, la posta, i ristoranti e gli alberghi che ancora oggi, seppur ridimensionati, sono attivi e dimostrano una vocazione turistico- commerciale che chiede di essere sostenuta e adeguata ai tempi.

Tratto da : "Le Valli di Lanzo - Ricordi scritti di Molinari Adolfo".